Ipsia

IPSIA

Aperte le iscrizioni per i campi di volontariato Ipsia “Terre e libertà”

IPSIA (l’organizzazione non governativa delle Acli, attiva da più di vent’anni nel settore della cooperazione, educazione allo sviluppo e volontariato internazionale) promuove campi di animazione e campi di conoscenza per il progetto Terre e libertà www.terreliberta.org

Terre e Libertà è un progetto di mobilità giovanile, un’esperienza di volontariato internazionale che unisce persone diverse intorno ad un fine comune offrendo la possibilità di vivere un’esperienza di formazione sul conflitto, sullo sviluppo e sulla cooperazione.
L’obiettivo principale del progetto è contribuire allo sviluppo sociale dei territori, in cui l’organizzazione interviene, utilizzando come strumento principale l’educazione non formale (giochi, sport e laboratori ludico/ricreativi) ponendo l’accento sul rispetto dei diritti del fanciullo e allo stesso tempo offrire ai volontari italiani una conoscenza dei territori e della realtà storico/sociale.
È adatta a tutti coloro che desiderano approfondire le tematiche del conflitto e/o dello sviluppo e della cooperazione vivendo una prima e breve esperienza in uno dei Paesi in cui IPSIA è presente.


Ricordando Vik. Incontro con Egidia Beretta Arrigoni.

Il 28 Giugno 2019 abbiamo avuto a Varese l’onore di ospitare Egidia Beretta Arrigoni, madre di Vittorio “Vik” Arrigoni, il volontario e attivista italiano assassinato a Gaza nell’Aprile del 2011. Vik è da sempre considerato un esempio per tutti coloro che si impegnano nel volontariato e nella solidarietà sociale. Sua madre Egidia, dal giorno del suo assassinio, porta in giro per l’Italia il suo messaggio “Restiamo Umani”, con il quale firmava sempre i suoi articoli da Gaza e i suoi pezzi per il suo Blog “Guerrilla Radio”.

Nella serata del 28, presso il Salone delle ACLI in Via Speri della Chiesa 9, la Sig.ra Egidia ci ha accompagnato attraverso la vita di Vittorio, dai primi passi e temi alla scuola elementare fino al tragico epilogo della notte tra il 14 e 15 Aprile 2011. Vittorio è stato presente tra noi con dei video e con le sue parole lette dall’attrice Clarissa Pari e da Marilina Castiglioni dell’Associazione “Sharazade”. Moderatori della serata, davanti a una sala piena, Roberto Andervill di IPSIA Varese e Fiorella Gazzetta del Comitato Varesino per la Palestina, l’introduzione è stata invece curata da Giuseppe Musolino di “Un’altra Storia – Varese”. Il viaggio della sua vita è passato attraverso il libro “Gaza – Restiamo Umani”, che raccoglie i suoi articoli scritti per il Manifesto sotto i bombardamenti durante l’operazione israeliana “Piombo Fuso”. “Il viaggio di Vittorio” è infatti il titolo del libro che ha scritto Egidia Beretta dedicato alla vita del figlio. La Sig.ra Egidia ci ha infine presentato i semi germogliati e rinati da Vittorio: la Fondazione “Vik Utopia Onlus”, creata da lei e dalla sorella di Vik Alessandra e il libro “Il bambino che non voleva essere un lupo” ideato e realizzato da Sabina Antonelli. Questo libro prende proprio spunto da un tema svolto da Vittorio quando aveva 7 anni e che si chiudeva con: “Io non ho zanne perché non sono un lupo.” Un libro adatto a bambini della Suola Primaria, sponsorizzato dalla Fondazione e del quale ogni provento torna alla Fondazione. Una Fondazione che in nome di Vik sponsorizza Progetti di Cooperazione e Volontariato in quelle aree del mondo disagiate e svantaggiate, aree dove Vittorio approdò prima dell’incontro con l’ultimo, più grande Amore di sempre: la Palestina.

Roberto Andervill – socio IPSIA Varese

Per saperne di più: