Prorogato il termine del bando per il Servizio Civile Universale 2022

E’ stato prorogato il termine entro il quale poter presentare la propria candidatura al Bando di Servizio Civile Universale 2022 per i progetti di volontariato che saranno avviati tra maggio e giugno di quest’anno.

I giovani tra i 18 e 28 anni che intendono diventare operatori volontari di Servizio Civile potranno presentare, entro e non oltre le ore 14:00 di giovedì 10 febbraio, la domanda di partecipazione ad uno dei progetti delle ACLI. Le ACLI varesine attiveranno 3 progetti nelle aree: nuove tecnologie e sviluppo del digitale, sport ed educazione e promozione dei diritti del cittadino.

I dettagli specifici dei progetti:

La domanda di partecipazione deve essere inviata esclusivamente attraverso lo SPID sulla piattaforma https://domandaonline.serviziocivile.it/ entro e non oltre le ore 14:00 del 10 febbraio 2022. 

L’opportunità, rivolta a giovani tra i 18 e 28 anni, prevede un rimborso con un assegno mensile pari a 444,30 Euro.

I requisiti

I candidati al Servizio Civile Universale devono possedere i requisiti indicati nel bando e che riportiamo di seguito:

  • – cittadinanza italiana oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea o di un Paese extra Unione Europea, purché regolarmente soggiornanti in Italia;
  • – aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il 28° anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  • – non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Non possono presentare domanda per il Servizio Civile Universale i soggetti che rientrano in una delle seguenti categorie:

  • – che appartengono ai corpi militari e alle forze di polizia;
  • – che hanno interrotto un progetto di servizio civile nazionale, universale o finanziato dal PON-IOG “Garanzia Giovani” prima della scadenza prevista e che intendano nuovamente candidarsi a tali tipologie di progetti;
  • – che intrattengano, all’atto della pubblicazione del bando, con l’ente titolare del progetto rapporti di lavoro / di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure che abbiano avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando. In tali fattispecie sono ricompresi anche gli stage retribuiti.