Novità assegni familiari

Cambiamenti in vista per i lavoratori del settore privato che hanno diritto agli assegni familiari. Da quest’anno infatti sarà necessario fare la domanda per via telematica direttamente all’Inps, pertanto la richiesta non andrà più presentata al datore di lavoro, ma ci si potrà rivolgere al Patronato ACLI, unico intermediario autorizzato per fare presentare le domande.
A partire da luglio appronteremo anche presso le nostre sedi, ed i nostri recapiti, una nuova linea di appuntamenti.

NOVITA’ IN MATERIA DI CORRESPONSIONE DEGLI ANF PER I DIPENDENTI DEL SETTORE PRIVATO
La circolare INPS n. 45 del 2019 ha indicato le nuove modalità di presentazione delle domande di ANF per i lavoratori dipendenti privati, esclusi gli operai agricoli. In pratica dal 1/4/2019 le domande non vanno più presentate direttamente al datore di lavoro ma devono essere inviate telematicamente all’INPS che provvederà a valutare la correttezza della domanda e metterà a disposizione i dati per il datore di lavoro nel cassetto previdenziale delle aziende. Il Patronato ACLI è abilitato all’invio telematico all’INPS. Il richiedente può presentare domanda direttamente sul sito INPS solo se in possesso di PIN o SPID. L’esito delle domanda sarà visibile dai lavoratori nel loro cassetto previdenziale e dai patronati presso cui si sono rivolti. Verrà inviata a casa dall’INPS solo l’eventuale respinta della richiesta.Al momento pare che non sia consentito correggere moduli compilati in maniera errata. è indispensabile la massima attenzione nel reperire i documenti necessari per l’invio della domanda. Anche in caso di variazioni delle condizioni del nucleo familiare e della situazione reddituale la domanda dovrà essere inviata solo telematicamente.


DOCUMENTI PER IL RINNOVO DEGLI ASSEGNI FAMILIARI AI LAVORATORI DIPENDENTI – CONTRIBUTO 12€
Questi documenti sono indispensabili per procedere all’invio dell’istanza:
Fotocopia carta di identità e tessera sanitaria del richiedente.
Fotocopia tessera sanitaria di tutto il nucleo famigliare – coniuge e figli minori e maggiorenni inabili.
Cellulare e email personale.
Una busta paga dell’attuale datore di lavoro.
Redditi del nucleo famigliare dell’anno precedente – 730/2019, Redditi 2019 (ex Unico), CU 2019.
In mancanza del richiedente:
Delega con fotocopia carta d’identità del delegato.
Se non presentato mod. UNICO o 730 e si possiedono fabbricati e/o terreni:
 Visure catastali aggiornate.
In presenza di inabile nel nucleo famigliare:
 Copia del verbale di riconoscimento invalidità civile.
Per particolari situazioni familiari:
• Copia autorizzazione ANF43 in corso di validità, se la situazione familiare la richiede.
Per richiesta arretrati:
Redditi di tutto il nucleo familiare degli ultimi 5 anni.

DOCUMENTI PER L’AUTORIZZAZIONE DEGLI ASSEGNI FAMIGLIARI (ANF.43)
Questi documenti sono indispensabili per l’istruttoria della pratica:
Fotocopia carta di identità del richiedente.
Fotocopia carta di identità dell’altro genitore.
Fotocopia tessera sanitaria dei genitori e dei figli per i quali si richiede l’autorizzazione.
Autocertificazione stato famiglia di entrambi i genitori.
Dichiarazione in carta libera dell’altro genitore a testimonianza di non aver richiesto ne di percepire assegni famigliari per i figli oggetto dell’autorizzazione.
Copia e data precisa dell’eventuale sentenza di separazione o divorzio.
Busta paga di entrambi i genitori.
 In caso di rinnovo dell’autorizzazione, fotocopia di quella precedente scaduta.

N.B. Nulla potrà essere imputato al Patronato ACLI nel caso in cui l’interessato fornisca dati inesatti.
In mancanza di questa documentazione non sarà possibile presentare la domanda.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Email this to someone
email
Print this page
Print